18 Aprile 2024
News

Bonus Mamme in busta paga

18-10-2023 09:18 - NEWS GENERICHE
La misura consiste in un esonero totale dai contributi previdenziali dovuti dalle lavoratrici madri e di norma trattenuti sullo stipendio, traducendosi in un aumento dello stipendio netto di quasi il 10%.

Il taglio del cuneo fiscale (contributivo) a carico della lavoratrice sarà automaticamente applicato:
- fino ai 10 anni del figlio più piccolo per le madri con due figli;
- fino ai 18 anni del figlio più piccolo per le madri con tre o più figli.

Per tutto questo arco temporale, quindi, le lavoratrici madri con almeno due figli si vedranno riconoscere un netto più alto in busta paga. Questo perché, tra gli elementi da considerare nel calcolo dello stipendio netto, c’è anche l’aliquota contributiva da versare versata al proprio ente pensionistico. L’aliquota INPS trattenuta ai lavoratori, per capirci, che è pari al 9,19% della retribuzione lorda (lo stipendio lordo diminuito dei contributi INPS, corrisponde all’imponibile IRPEF). Con il Bonus Mamme 2024, questa percentuale che normalmente viene trattenuta sullo stipendio sarà pagata all’ente previdenziale all’INPS e pertanto il datore di lavoro verserà una quota corrispondente direttamente nello stipendio della lavoratrice.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
cookie