25 Ottobre 2020
News

CUD 2013 on line

17-03-2013 17:40 - NEWS GENERICHE
Come prassi consolidata, anche quest´anno i soggetti che percepiscono redditi da lavoro dipendente, assimilati e di pensione riceveranno il "CUD", ovvero il documento con il quale l´erogatore del reddito (il datore di lavoro, o gli enti previdenziali per pensionati, disoccupati, donne che hanno percepito indennità di maternità) certifica gli importi erogati nell´anno precedente (in questo caso, il 2012), e che deve essere utilizzato dal diretto interessato in occasione della dichiarazione dei redditi.
Quest´anno, tuttavia, c´è una novità che riguarda una larga parte di popolazione. Per la prima volta gli enti previdenziali invieranno il CUD in formato elettronico e non più in cartaceo tramite invio postale. Una novità che se da una parte dovrebbe semplificare e velocizzare la procedura, dall´altra rischia di mettere in difficoltà milioni di pensionati che con il web e Internet non hanno dimestichezza.
Nel dettaglio, quest´anno Il CUD da parte dell´Inps sarà comunicato:

• nella sezione Servizi al cittadino sul sito Inps ( www.inps.it) , dove l´utente potrà visualizzare il proprio CUD e stamparlo, previa identificazione tramite PIN

• in automatico ai titolari di posta elettronica certificata (PEC).

• Presso gli "sportelli veloci" o le postazioni self-service nelle sedi INPS con apposita procedura attraverso il PIN Inps o la tessera sanitaria (in questo caso si inserisce nel TOTEM la carta sanitaria anche se non attivata, il Totem rilascia un numero col quale, alla postazione self-service, si stampa il CUD).

• presso i CAAF (Centri autorizzati di Assistenza Fiscale) od i Patronati.

• Presso gli sportelli delle Poste (al costo di euro 2,70 + Iva, ovvero euro 3,27 in totale, determinato su scala nazionale)

• per i pensionati all´estero e per gli ultra 85enni con indennità di accompagnamento: tramite recapito a domicilio dopo richiesta al numero di telefono dello Sportello mobile INPS

• negli altri casi di impossibilità ad utilizzare tutte le altre modalità:
tramite recapito a casa dopo richiesta al contact center (tel. 803 164) dell´Inps, oppure (come disposto dall´Inps in seconda battuta, ovvero con il messaggio n.4428 del 13 marzo) tramite posta elettronica ordinaria ai soggetti che ne faranno richiesta inviando una e-mail all´indirizzo richiestaCUD@postacert.inps.gov.it (allegando apposita istanza firmata e documento di identità, entrambi scannerizzati).
In sintesi, coloro che non risultano impossibilitati, ma che non sanno o non vogliono usare la procedura on line possono chiedere di farlo per loro alle Poste o a Caf e Patronati, che accederanno direttamente al sistema informatico per conto del richiedente per stampare il Cud o inoltrarlo direttamente agli uffici fiscali insieme alla dichiarazione. Quale che sia la modalità scelta, è indispensabile in ogni caso che i soggetti di questo tipo (pensionati) si attivino in tempo utile per venire in possesso del CUD, per non rischiare di effettuare una dichiarazione dei redditi errata (o peggio, di non effettuarla affatto) incorrendo in tutte le consegu
enze del
caso.


Fonte: INPS
video
Ecco il video INPS con le istruzioni

Realizzazione siti web www.sitoper.it